Serviceline
Servizio assistenza Sensori Industriali
Telefono: +39 039 69599 1
Fax.: +39 039 69599 30
Servizio assistenza Protezione contro le esplosioni
Telefono ++39 039 62921
Fax ++39 039 6292 390

Conteggio delle bottiglie negli impianti di imbottigliamento con i sensori a ultrasuoni

Flusso dei materiali controllato e affidabile con i sensori a ultrasuoni

I sensori a ultrasuoni a sbarramento sono la soluzione ottimale per il conteggio di bottiglie
I sensori a ultrasuoni a sbarramento sono la soluzione ottimale per il conteggio di bottiglie

Tematiche quali velocità e pulizia sono fattori determinanti nel settore delle tecnologie alimentari e delle bevande, così come la riduzione dei tempi di ciclo e e dei tempi di fermo macchina. Servono norme e certificazioni severe per creare prodotti finali di alta qualità.

Negli impianti di imbottigliamento le bottiglie, in entrata e in uscita, devono essere continuamente contate, indipendentemente dal tipo di materiale e di liquido che contengono; tutto ciò per garantire un flusso controllato e affidabile dei materiali. Ad esempio, il conteggio avviene in corrispondenza di ogni punto di uscita sul percorso delle macchine soffiatrici e per il lavaggio delle bottiglie in PET.


Sensori a ultrasuoni a sbarramento con un elevato grado di resistenza agli agenti chimici

La velocità di scorrimento delle bottiglie sul nastro trasportatore, lo spazio ridotto tra una bottiglia e l'altra, nonché i diversi formati e colorazioni non rappresentano un problema per la tecnologia ultrasonica. La soluzione ottimale per il conteggio di bottiglie è garantita dall'impiego di sensori a ultrasuoni a sbarramento.

Ad esempio i sensori della serie UBEC300-18GM40-... sono particolarmente adatti in quanto hanno un grado di protezione IP68/IP69K che li rende altamente resistenti agli agenti chimici spesso utilizzati per la pulizia e igienizzazione costante delle macchine.

Nelle zone macchina non interessate dai cicli di pulizia, invece, è possibile utilizzare sensori a ultrasuoni a sbarramento di tipo standard; il tipo di materiale delle bottiglie non rappresenta un problema in quanto i sensori a ultrasuoni di Pepperl+Fuchs riconoscono anche i materiali più difficili, quali vetro trasparente o plastica.

Oltre a rilevare e contare le bottiglie nelle diverse zone di un impianto di imbottigliamento, i sensori a ultrasuoni sono anche in grado di rilevare le bottiglie mancanti all'interno della catena di produzione; in questo modo si cerca di ottimizzare l'intero processo, riducendo drasticamente i tempi di ciclo e di fermo macchina.



Il rilevamento e il conteggio delle bottiglie in diversi punti della linea di riempimento assicurano il monitoraggio costante del flusso di materiale

Panoramica dei vantaggi

  • Monitoraggio costante del flusso di materiale
  • Ottimizzazione dei tempi di ciclo
  • Individuazione anche di materiali più difficili, quali vetro o bottiglie di plastica trasparente
  • Ideale per le applicazioni ad alta velocità

Finalmente disponibile: Guida alla tecnologia dei sensori ad ultrasuoni