Serviceline
Servizio assistenza Sensori Industriali
Telefono: +39 039 69599 1
Fax.: +39 039 69599 30
Servizio assistenza Protezione contro le esplosioni
Telefono ++39 039 62921
Fax ++39 039 6292 390

Elemento trainante dell'automazione transfrontaliera - La sede belga di Pepperl+Fuchs contribuisce alla definizione del mercato da 25 anni

The Pepperl+Fuchs Belgium headquarters are located at Schoten near Antwerp
Pepperl+Fuchs Belgio ha la sede principale a Schoten, nei pressi di Anversa

La fine degli anni '80 è stata per il Belgio un'epoca d'oro. L'intensa industrializzazione rese infatti il mercato belga particolarmente vibrante e prospero. Nuove opportunità commerciali spuntavano ovunque e tutti i settori mostravano segni di progresso. In quel periodo vennero gettate le fondamenta di una storia di grande successo che continua tuttora. Pepperl+Fuchs opera nel mercato belga da ormai un quarto di secolo.


Il punto di partenza

Un team ben gestito: Guy Crets e Marc Van Pelt
Un team ben gestito: Guy Crets e Marc Van Pelt

Un elemento trainante dell'industrializzazione belga è da sempre il tradizionale porto di Anversa, secondo polo chimico del mondo in ordine di importanza dopo Houston, nel Texas. In quell'epoca, era inoltre il porto di attracco di General Motors. Altre importanti case produttrici di automobili del calibro di Ford, Volkswagen, Renault e Volvo si stabilirono nel mercato belga. Questo ambiente promettente e l'internazionalizzazione globale dell'epoca spinsero Pepperl+Fuchs a inaugurare una filiale in Belgio.

In particolare, furono Guy Crets e Marc Van Pelt ad aprire la sede belga partendo da zero. Iniziarono a lavorare in un vero e proprio ambiente da start-up, usando la residenza privata di Guy Crets come ufficio. Nel 1992, la crescita fu così significativa da spingere i Guy e Marc ad acquistare un ufficio proprio. Nel 1999 fecero un ulteriore passo in avanti, trasferendo le attività in un complesso di uffici a Schoten, nei pressi di Anversa, sede attuale di Pepperl+Fuchs Belgio.


Sviluppo delle attività commerciali, dall'Europa all'Africa

La crescita non subì alcun arresto. Nel 2005, per migliorare la collaborazione tra le diverse filiali, Pepperl+Fuchs iniziò a raggruppare le varie sedi in base a criteri regionali. Marc Van Pelt spiega il principale motivo della decisione:

"Di concerto con la gestione centrale dell'azienda, abbiamo cercato di individuare il modo migliore per suddividere le filiali tra le varie regioni, tenendo conto di due importanti fattori: la cultura e la lingua. In un contesto del genere, la tradizione multilingue del Belgio rappresentava il legame ideale tra i Paesi Bassi, la Francia e il Lussemburgo. Di conseguenza, il Belgio diventò la sede centrale della regione per la Divisione Automazione di Processo. Il collegamento con l'Africa era il passo successivo più logico: il francese è in effetti la lingua principale di numerosi Paesi africani, mentre l'olandese è simile all'afrikaans parlato in Sudafrica. In quell'ottica nacque la regione dell'Europa Occidentale e dell'Africa. Le attività in Africa si stanno consolidando e svolgeranno un ruolo importante nello sviluppo della regione".


Superamento degli ostacoli economici

Nonostante le difficoltà che ha dovuto affrontare il settore industriale belga a causa della situazione economica, Pepperl+Fuchs non ha perso terreno. Guy Crets ci spiega come l'azienda è riuscita a superare tali ostacoli: "La nostra missione consiste nell'offrire gli standard più elevati di qualità, sicurezza e affidabilità in tutte le nostre attività. Poniamo sempre l'accento sull'innovazione e sulla soddisfazione dei clienti. Un impegno del genere ci consente di raccogliere i frutti sperati e di superare i momenti più difficili".


Combinazione di innovazione e cultura della stabilità


Il gruppo "Sistemi e soluzioni" è caratterizzato dalla costante ricerca di innovazione. Questa organizzazione di progettazione è stata creata per rispondere al desiderio dei clienti di ricevere soluzioni complete piuttosto che componenti separati. "Abbiamo sempre cercato di proporre ai clienti applicazioni semplici, efficienti e sicure. Tutti i dipendenti di Pepperl+Fuchs si impegnano in tale ottica giorno dopo giorno. Per tale motivo, possiamo concludere che questo impegno quotidiano del personale rappresenta il segreto del successo di Pepperl+Fuchs Belgio negli ultimi 25 anni" afferma Guy Crets.

Dopo aver letto questa dichiarazione, non stupisce il fatto che Marc Van Pelt (Amministratore delegato della sede belga) e Guys Crets (Direttore globale delle apparecchiature per l'industria di processo) lavorino tuttora per l'azienda. Soddisfare le esigenze dei clienti non può essere una missione a breve termine per i due colleghi che hanno posto la prima pietra della filiale belga negli anni '80.