Serviceline
Servizio assistenza Sensori Industriali
Telefono: +39 039 69599 1
Fax.: +39 039 69599 30
Servizio assistenza Protezione contro le esplosioni
Telefono ++39 039 62921
Fax ++39 039 6292 390

Il principio funzionale della tecnologia MPT (Multi Pixel)

La misurazione ottica della distanza si basa sul principio di triangolazione. Grazie a questo metodo geometrico, la distanza dall’oggetto target viene determinata attraverso la misurazione precisa degli angoli all’interno dei triangoli generati dai fasci luminosi.



La sorgente luminosa emette un fascio di luce verso l'oggetto target che lo riflette indietro. Il fascio laser riflesso viene, quindi, catturato da un ricevitore fotosensibile nel sensore, la matrice multi-pixel.

A seconda della distanza tra il sensore e l'oggetto, la luce riflessa colpisce diverse posizioni sulla matrice multi-pixel: se l'oggetto target è vicino si verifica un'ampia variazione angolare della luce, se l'oggetto è più lontano vi è una minore variazione dell'angolo.

Osservando la relazione tra la posizione dell'angolo e quella dello spot luminoso sul ricevitore multi-pixel, viene determinata la distanza precisa dell'oggetto rilevato dal sensore. Questo calcolo viene eseguito grazie a un microprocessore integrato e agli algoritmi del software corrispondente.



Attraverso il sensore laser, gli oggetti possono essere rilevati bidimensionalmente. Al posto dello spot luminoso, viene utilizzata una linea di luce per entrare in contatto con l'oggetto. Questa linea di luce viene riflessa e proiettata all'interno di un rilevatore ad alta risoluzione spazio-bidimensionale, sotto forma di intersezione luminosa. In questo caso, un chip CMOS viene utilizzato in come rilevatore.

La combinazione tra il principio di triangolazione e quello convenzionale di misurazione consente di ottenere le informazioni relative alla distanza, all'altezza e alla larghezza degli oggetti.